Forza nei tuoi jeans, Capriole finite bene

Forza nei tuoi jeans, Capriole finite bene

E’ l’amore, l’amore che sento dentro: mi contorna le guance, fa bello il mio collo scoperto dalla coda.
Come una formica con la schiena di giada, attraverso tutti i pulviscoli e brillo piccola. Voglio guardarti negli occhi, giovane saggio. Vienimi vicino, starnutami accanto. Voglio carpire tutti i tuoi insegnamenti; li intuisco nelle pieghe della tua fronte, dentro i tuoi capelli lunghi, sotto il tuo cappello nero chiaro. Prediligimi con fermezza inaudita. 
La tua bocca grossa e morbida nasconde disprezzi che non hai osato; tu hai qualcosa a che vedere con le formiche. Una descrizione dei limiti umani della sofferenza è riposta sapientemente nei contorni delle tue sopracciglia corte. I tuoi occhi sono infiniti e giusti, si contorcono al posto dei tuoi fianchi. C’è tutto il sapere sapibile nella tua persona, nelle tue gambe lunghe e muscolose, 
e forza nei tuoi jeans angelo bello, angelo caduto, angelo formica. 
Non credere che non me ne sia accorta.

“Forza nei tuoi jeans” 
da ‘Capriole finite bene’, Il Seme Bianco-Castelvecchi editore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Customized Social Media Icons from Acurax Digital Marketing Agency